SCORPIONE

image

23 ottobre, 22 novembre – fisso, acqua, femminile

Non è facile descrivere lo scorpione perché è il segno più intelligente ed emotivamente intenso di tutto lo zodiaco. Molto sensuale, possiede una forte energia sessuale che utilizza come strumento ipnotico verso gli altri. Inoltre è il segno che rappresenta i segreti, i tabù, la parte oscura. Entrare nella mente di uno scorpione per carpirne i meccanismi è a dir poco impossibile; prima è necessario superare tutta una serie di difese che lo scorpione costruisce attorno a se, poi è necessario ottenere la sua fiducia incondizionata che presuppone da parte sua, una totale apertura. È associato al concetto di morte e al sesso, e questo rende l’idea di quanta intensità mette nel vivere la sua vita. Morte e rigenerazione, sesso e metamorfosi. Questi sono gli elementi da tenere in considerazione quando si vuol comprendere uno scorpione. E’ il segno che vive assolutamente nel presente e percepisce tutto quello che accade. Porta nelle sue cellule la credenza che esista l’eterno, che tutte le relazioni debbano durare “per sempre”. L’eterno, l’infinito sono aspetti che utilizza quando si mette in relazione con qualcosa o qualcuno. Per lui, il rapporto, il legame affettivo e sentimentale è fondamentale nella vita. Quando ama, lo fa totalmente. Tuttavia, non tiene in considerazione che spesso utilizza il suo potere, per entrare nella mente e nell’anima della persona per carpirne i più profondi segreti. Vuole possedere l’anima delle persone. Quando si incrocia lo sguardo di una persona che appartiene a questo segno, ci si perde, si sprofonda nell’oblio, si percepisce una dimensione atemporale. Osservate i loro occhi: sono sempre intensi e magnetici. Se non si fa attenzione e ci si imbatte in uno scorpione non proprio corretto, la nostra mente potrebbe esserne controllata. Non a caso, si paragona lo scorpione ai “servizi segreti” che controllano, senza essere visti, tutta la vita delle persone per prevenirne il comportamento. Le relazioni sono vissute da questo segno con tanta intensità, e ricercano persone che stimolino la loro immaginazione emotiva e li porti ad un livello di emotività molto forte. Non troverete mai persone facili accanto ad uno scorpione e, se fosse, questo è un segno che tende al tradimento e costruirebbero una vita parallela. E’ attratto dal proibito, dal “non si può fare” o dal “non lo vedrà e saprà, nessuno!”. E’ attratto da tutte quelle situazioni segrete e nascoste, tipiche proprio di questo segno. L’esclusiva che lo scorpione ricerca, indirizza questo segno solamente nel trovare persone che sono in grado di poter rispondere con altrettanta intensità emotiva. Per lo scorpione esistono oneri e onori, richiamando così le persone alla responsabilità personale: è il suo modo di amare. Io ti do amore, ma in cambio voglio che anche tu mi ami intensamente. Per lui non esiste l’amore incondizionato. Tutto è condizionato. Tuttavia non per questo è da considerarsi egoista o superficiale. E’ nella sua natura il voler ricevere il corrispondente di quello che dona. Per questo è associato alle lobby, alla massoneria, a tutte le associazioni di persone che ricercano una posizione di esclusiva, da condividere con pochi, creando un sodalizio di sangue, un patto d’anima che, almeno per lui, deve durare per sempre.

Il suo pianeta dominante è plutone, l’occhio che tutto vede. Il “Sauron” del “signore degli Anelli” che percepisce tutto e vede tutto. Rappresenta la leggenda di Lucifero, l’angelo che si ribella alla luce divina e la combatte, diventando così la parte buia, la notte, la forza oscura. Lo scorpione rappresenta la nostra ombra, il nostro lato oscuro che, se vissuto in modo distruttivo, è capace di tutto pur di sopravvivere in quel modo. Allora quando abbraccia la magia nera, si avvicina agli ambienti dei satanisti, alle sette segrete e altro.  Se riuscisse ad accettare la sua parte “ombra”, illuminandola con la luce divina della consapevolezza, tramite un percorso di vita e di crescita spirituale, questa diventerebbe la sua più grande forza, dove attingere il suo potenziale. Del resto Lucifero, anche se molti lo considerano come il diavolo e quindi negativo, rappresenta la nostra capacità di ribellione ai condizionamenti altrui, il potere di esprimere le vere qualità tenute nascoste.

Chi nasce sotto questo segno è destinato a imparare a vivere nel qui ed ora, a vivere intensamente tutti gli aspetti della vita, ricercando risposte alle domande sulla psicologia dell’uomo, sulle sue deviazioni e depravazioni, sulle sue nevrosi. Da dove derivano? Quanto è profondo l’animo umano? Percepire l’intensità della vita. Osservare la parte segreta e ombrosa di ogni cosa. Lo scorpione è un segno che si confronta sempre con il concetto di morte e utilizza l’energia sessuale per comprendere e superare i limiti dell’esistenza umana. Per lo scorpione il sesso non è un fatto solamente procreativo. E’ vissuto in maniera adulta. Lo strumento del sesso è utilizzato per vivere la parte più profonda della psiche umana, per rivivere attraverso l’estasi dell’orgasmo, il momento della morte e di provare l’eccitazione dell’oblio. Ma c’è anche il pericolo di perdersi in questo oblio.

Se non vissuto pienamente il scopo di vita, lo scorpione percepisce il vuoto dentro e attorno a se;  la totalità che diventa il niente, e di questo se ne spaventa. Percepire così tante cose e in maniera così intensa, può far nascere nello scorpione, comportamenti autodistruttivi e di profonda depressione. Il senso di colpa lo colpisce nella sua parte più profonda, facendogli vedere la vita come tutto nero. Nelle relazioni lo spaventa il fallimento, il non essere in grado di conservare “per sempre” una relazione e, proprio perché conosce molto bene la psiche umana, sa benissimo che alla fine un rapporto potrebbe terminare. Allora si assume la responsabilità di questa sconfitta ed il senso di colpa lo mina dal suo centro, per espandersi a tutti gli aspetti della vita.  Chi nasce sotto il segno dello scorpione, nasce con la possibilità di rigenerarsi o di distruggersi. Tutto è possibile con lui, ma a volte è proprio la noia che incontra nelle persone, la causa principale della sua dipartita.