6 MARZO 2019: LA FINE DI UN CICLO E L’INIZIO DI UNA NUOVA ERA

Ci sono due modi di leggere i transiti planetari: il primo è il metodo classico che osserva questi movimenti in relazione ad un tema natale individuando i punti che vanno ad attivarsi. In questo modo, sapremo in modo specifico che cosa una certa persona sta vivendo in un determinato momento. Il secondo, è leggere ed interpretare i transiti in modo generico, senza alcun tema natale di riferimento ma solamente analizzando i transiti per così come sono. Questo metodo è utile per comprendere che cosa sta avvenendo ad ognuno di noi, è una chiave di lettura globale, un quadro generale che ci coinvolge tutti. Poi a cascata, questo metodo ci consente anche di individuare la cornice dentro la quale avverranno le attivazioni planetarie disegnando un quadro di esperienze e cambiamenti. E’ questo il metodo che applico quando scrivo questi post.

Accade tutto in un tranquillo mercoledì 6 di marzo del 2019: la luna nuova in pesci, congiunta a Nettuno; Mercurio in Pesci che diventa retrogrado e Urano che passa al segno del Toro. Chiaro che per chi non s’intende tanto di astrologia, queste descrizioni sono incomprensibili e forse pure noiose. Ma se entriamo dentro i movimenti planetari, se cerchiamo di comprenderne il messaggio, allora tutto diventa molto interessante.

Nel titolo ho indicato questo giorno come l’inizio di una nuova Era: qualcuno potrebbe storcere il naso e potrei anche condividere lo scetticismo. Nella mia immaginazione l’inizio della nuova Era è tutto particolare: i vulcani esplodono, il mare con le sue onde alte venti metri, alieni che atterrano con i loro UFO… ed invece mi ritrovo in un banale mercoledì di un tiepido marzo, dove i treni continuano ancora ad arrivare in ritardo; nulla che faccia presagire all’inizio di una nuova Era (non ci sono più le Ere di una volta). Sono tuttavia convinto che siamo davanti ad un cambio molto forte che potrebbe veramente dare il “la” ad una fase di grande importanza per la nostra realtà umana. Ma procediamo con ordine.

La luna nuova in pesci congiunta a Nettuno: indica la fine di un ciclo. Il segno dei pesci è il dodicesimo e ultimo della ruota zodiacale. Indica la capacità di “comprendere” che cosa è accaduto durante l’esperienza dei precedenti undici segni. Comprendere significa analizzare cosa è accaduto, e come abbiamo vissuto i momenti importanti. E come in ogni analisi che si possa fare, si cerca di tenere ciò che vale la pena ancora tenere e cosa no. Poi si riparte per nuove esperienze ma tenendo come punto di partenza l’esperienza vissuta. Per definire una certa attività “esperienza”, è tuttavia necessario aver iniziato e concluso una qualsiasi cosa. La congiunzione poi con Nettuno, ci mette il carico da 90: il grande Maestro che insegna il superamento dell’individualismo, la spersonalizzazione e il superamento dell’ego, fa presumere che siamo in una fase altamente trasformativa. E’ come se ci venisse chiesto di “trasformarci” e di elevarci in qualcosa di più spirituale, di più leggero, di seguire il movimento a spirale e salire ad una dimensione di un’ottava superiore.

E qui entra di diritto il grande Urano che dopo 84 anni ritorna nel Toro. A dire il vero Urano è entrato in Toro a maggio del 2018, però per il suo iniziale movimento retrogrado è ritornato nel segno dell’Ariete per qualche mese. Adesso soggiornerà per circa 7 anni nel primo segno di terra dello zodiaco: il Toro appunto. Come secondo segno dello zodiaco e come primo di terra, la sua qualità Fissa lo rende altamente stabile, quasi fermo. Tende ad accumulare e possedere ogni cosa, ricercando continuamente una “forma” stabile e pesante.

Chi ha avuto il tempo e la voglia di guardare il video della serata tenuta da me e da Francesca Ollin, sa di cosa sto parlando: Urano in Toro ha il compito di rompere le strutture rigide, di spaccare le forme troppo pesanti e statiche. Che sia il proprio corpo, che sia una professione lavorativa limitante, che sia un certo modello socio-politico ed economico, Urano in toro ha l’obiettivo di alleggerire ogni forma creata finora. Il suo ultimo passaggio nel toro (1935-1942) ha portato la seconda guerra mondiale, attivando quel suo lato distruttivo necessario per poi poter ricostruire su nuove basi e con spirito innovativo, la maggior parte dei paesi coinvolti. Da li in poi nacquero molte democrazie e nuovi modelli economici che hanno modificato l’intero pianeta.

Ora Urano ci chiede di trasformare la materia; credo che questa volta non ci sia bisogno di una guerra come è accaduto in passato. La guerra che sta già avvenendo è di carattere economico. Mi aspetto una profonda crisi dell’attuale sistema socio-politico-economico, con l’obiettivo di cambiarlo, sostituendolo con uno più “umano”. Non più la competizione, ma il ritorno alla naturale collaborazione; non più il profitto economico come unico obiettivo possibile, ma la redistribuzione della ricchezza che porterà ad un cambio anche del concetto di “lavoro”. Comprendete che per arrivarci c’è forse bisogno proprio di una rivoluzione? Urano ha questa funzione: lui è il Ribelle per eccellenza. Urano non ha modi gentili e garbati per ottenere ciò che vuole. Urano non vuole farci fare consapevolezza. Urano vuole cambiare le cose che noi le si comprenda o meno. Io lo vedo Urano nella mia immaginazione, come quel vento che inizia a manifestarsi all’improvviso, portando via di ogni senza lasciare tempo alle persone di mettere al sicuro ciò che rischia di volare via, come quel vento che anticipava l’arrivo di Mary Poppins.

Ora se prendiamo ciò che ho appena scritto e lo uniamo al concetto di “nuova era”, sfido chiunque a dire che non sia così. “”Era” è una parola usata comunemente per indicare un lungo periodo di tempo” (wikipedia)

La cosa che ritengo sia importante è che questo transito, associato con Saturno in Capricorno congiunto a Plutone, oggi disegna una quadro energetico e spirituale interessante. Vedete, il cambiamento che ho tentato di descrivere più sopra, avverrà prevalentemente nelle vite di ognuno di noi; ma non come una conseguenza. Siamo noi che avvieremo il cambiamento, partirà da ogni singolo individuo: dal piccolo al grande. Non c’è nessun posto dove andare, nessun luogo da cambiare, nessuna vetrina da incendiare: il cambiamento avviene nelle nostre piccole azioni quotidiane. Prendere consapevolezza delle cose semplici, ritornando al valore della natura, del verde, ripartendo dall’agricoltura e da un’alimentazione eco sostenibile. Ridefinendo i propri consumi, e di conseguenza i prodotti di rifiuto. Ripartire dall’amore per il creato (di cui il Toro è il magnifico rappresentante). La spiritualità è soprattutto questo. I piccoli e semplici gesti della quotidianità. Cambiare se stessi per cambiare il mondo. 

Nei prossimi sette anni, ma credo molto prima, nuove scoperte scientifiche e astronomiche cambieranno totalmente il nostro modo di vivere e di osservare la realtà. Le nuove scoperte scientifiche e tecnologiche ci permetteranno di interagire con il tempo e con lo spazio, di usare energie totalmente naturali e innovative; i nostri valori e parametri di vita cambieranno radicalmente. Il nostro modo di pensare non potrà più essere quello di prima, allacciato ad una scienza meccanicistica e deterministica. 

C’è solo un però: molti di noi faranno molta resistenza portando con se tanto dolore. Quindi aspettiamoci una netta separazione tra due realtà: chi entra nella nuova era e chi rimane fuori. Ma chi rimane fuori tenterà con ogni mezzo di impedire anche agli altri di andare. Uno scontro tra due visioni, una nuova separazione ma funzionale al raggiungimento di una nuova forma di Unione, quella interiore. E’ questo il punto difficile da superare. Onestamente io non ho la risposta su come fare. Tuttavia ho compreso che ognuno di noi deve necessariamente lavorare su di se, riallineando i tre cervelli (corpo, anima e spirito) e rimanendo centrato nel cuore, unico punto dove niente e nessuno potrà sconfiggerci. Allacciamo le cinture, si parte!

Voglio indicare per ogni segno, il settore che verrà rivoluzionato:

ARIETE: il settore dei valori e della forma. Questo produrrà un forte “alleggerimento” di ogni forma di peso eccessiva: materiale, emotiva e spirituale.

TORO: il settore della propria immagine, la propria identità. Una nuova modalità di manifestarsi e di relazionarsi con gli altri. Una persona totalmente nuova.

GEMELLI: il settore è quello della Dimensione Superiore alla quale riconnettersi. Ritornare alla fonte per una metamorfosi totale.

CANCRO: una nuova visione e una maggior comprensione di ciò che ruota attorno. Allargare i propri parametri, superando i confini limitanti.

LEONE: realizzarsi come persona e come anima, vivendo pienamente la propria vocazione con passione e responsabilità.

VERGINE: superare i propri limiti, i propri confini, “allargando” la propria visione della vita e trovando finalmente un senso a ciò che è accaduto e accade.

BILANCIA: è tempo di rivoluzione, di cambiare tutto e di darsi nuovi parametri e regole. Abbattere ogni forma troppo rigida che impedisce di decidere.

SCORPIONE: il settore rivoluzionato sarà quello delle relazioni, a 360 gradi, senza distinzione alcuna. Pretendere e riconoscere libertà!

SAGITTARIO: la rivoluzione per voi si chiamerà “radicamento”, ovvero stabilità dovuta ad un nuovo modo di concepire il lavoro e la salute.

CAPRICORNO: rompere la corazza per far fuoriuscire il dolore che non permette di essere pienamente felici. La ricerca della felicità.

ACQUARIO: il settore delle emozioni, delle proprie radici verrà rivoluzionato portandovi alla liberazione dal dolore che crea in voi tanta rabbia.

PESCI: la comunicazione, il modo di manifestarvi, di interagire, cambierà totalmente. Cambierà il vostro modo di pensare e cambierete pertanto, la vostra vita.

Akash