MARTE IN TORO: CREIAMO LA NOSTRA OPERA D’ARTE

 

Eccoci qua per accogliere Marte nel segno del Toro. Fino al 31 Marzo sarà a nostra disposizione una forte energia fisica, molto concreta e produttiva. Entrambi esprimono qualità molto fisiche, concrete. Mentre marte governa il primo segno di fuoco dello zodiaco, l’Ariete, prendendo e donando a questi le qualità di azione, competizione, determinazione, coraggio e aggressività (sia positiva che negativa), il toro è il segno che succede all’ariete ed è il primo di terra, di carattere fisso. Il toro è il segno più stabile dello zodiaco: chi non conosce il toro per la sua pazienza, perseveranza e stabilità?(che spesso si trasforma nell’essere troppo fermi ed intestardirsi su qualcosa di inutile). Beh il compito del toro è quello di prendere l’energia fuoco dell’ariete, e nel caso specifico dei marte, e dargli una forma concreta, manifesta e tangibile. Marte e l’ariete sono energie spesso dispersive. La novità, l’avventura, la necessità di mettersi continuamente in discussione, fanno di questo pianeta e del suo segno di riferimento, un’energia altamente instabile. Nei miei corsi descrivo l’energia dell’ariete e di marte come il Big Bang, la scintilla che “accende” il fuoco. Pertanto Marte e l’ariete, sono continuamente alla ricerca di un “fuoco” da accendere.

Il toro dal canto suo come secondo segno dello zodiaco e succedente all’ariete, si trova a dover gestire l’energia di questi, e la sua funzione è quella di dirigerla verso qualcosa di concreto, di produttivo. Il toro è la forma che diamo alle nostre energie, alle nostre qualità, ai nostri valori e talenti. La prima forma che abbiamo a disposizione è il corpo fisico, e l’ambiente in cui viviamo. Qualcuno dice che marte nel toro non sia un transito positivo, perchè sono energie in antitesi. Io ritengo che invece si sposino molto bene, poichè le ritengo complementari.

Marte è il fare, il toro è il fare bene, il dare una forma concreta al fare di marte. Se la guardiamo da questa prospettiva, la cosa funziona.

Da quando studio astrologia, nei libri o negli articoli di alcuni studiosi della materia, i transiti sono scissi in negativi e positivi. Io sono invece tra quelli che li ritiene “neutri” e diventano positivi o negativi in base al nostro stato di consapevolezza. La questione è: come usiamo quell’energia! Pertanto, anche un transito come marte in toro che ritengo molto esplosivo, può essere visto sia come l’aumento di produzione, sia come bloccare l’azione. Nel primo caso abbiamo la possibilità di fare e mettere in pratica le nostre capacità e i nostri talenti (il toro è il segno dei talenti posseduti); nel secondo caso, l’energia bloccata diventa aggressività, rabbia, vittimismo, guerra, intolleranza etc, etc. La chiave per scegliere è il livello di consapevolezza. L’astrologia può aiutare a comprendere meglio quali energie ci sono messe a disposizione. Poi spetta a noi usarle in un modo o nell’altro.

Ora questo transito che ci terrà compagnia quasi due mesi, io lo voglio considerare come l’energia di “Michelangelo Buonarroti”. Marte è lo scalpello che lavora sulla forma “toro”. In questo periodo, avremo modo di “creare” una nuova forma, di creare una scultura, di dare ed imprimere una nuova geometria alla nostra vita. Questo transito influisce principalmente nella nostra realtà quotidiana: i cambi di forma avverranno nelle nostre abitudini quotidiane come l’alimentazione, il lavoro, il denaro, la salute e tutto ciò che riguarda la materia fisica, percepibile con i 5 sensi e quindi esteriore.

Ogni forma rigida è destinata a mutare, sotto i colpi di Marte. Ma chi è il Michelangelo della situazione? Beh siamo noi e la nostra consapevolezza, la nostra anima. Vedete, Michelangelo Buonarroti sosteneva che quando guardava un blocco di marmo vedeva già dentro la forma dell’opera d’arte; diceva che le sue sculture erano già impresse nel blocco di marmo che andava a scolpire. Non era lui che decideva, ma la forma erà già stabilita: lui non faceva altro che togliere il superfluo. Quello che accade ora è una cosa simile. Toglieremo il superfluo, le parti di noi che non permettono di “vedere” ed ammirare l’opera d’arte che siamo in realtà. Ma questo dipenderà sempre da noi. In questo transito c’è insito anche una grande possibilità di resistenza al cambiamento data dalla natura troppo conservatrice del toro. In tal caso, come accade per le strutture soggette a solecitazione m atroppo rigide, queste ad un certo punto si spezzano non senza dolore.

Marte in toro è un transito che fa da antipasto al prossimo di Urano nel toro che per i prossimi sette anni opererà a livello globale, portando il cambiamento che ora iniziato da marte, ad una dimensione più ampia: planetaria. A questo sta contribuendo anche saturno congiunto a Plutone in capricorno, ultimo segno di terra che rappresenta la forma “spirituale” della nostra vita.

Non posso che augurare a tutti un buon lavoro.

Ariete: cambiare forma e dare un taglio a tutto ciò che impedisce il vostro “movimento” naturale. Si tratta di togliere un po’ di zavorra!

Toro: la prima cosa che va rivista è l’immagina esteriore. Sia come modo d’espressione, sia come struttura energetica troppo pesante. Nuovi inizi. ( e chiusure)

Gemelli: tagliare col passato e con ogni forma di paura inconscia. E’ tempo di credere in voi stessi e in chi siete. Fidatevi.

Cancro: è tempo di uscire allo scoperto e di dare un’accelerata alla vostra immagine sociale. Non potete più nascondervi.

Leone: l’immagine pubblica ha necessità di essere ricostruita e ristrutturata. Riprendetevi la responsabilità della vostra vita ed esprimete le vostre capacità.

Vergine: marte vi chiede di ridare una forma alle vostre convinzioni e idee, aprendo la mente, aumentando il campo di visione. Espansione.

Bilancia: è tempo di metamorfosi, di rigenerazione. Eliminate gli aspetti tossici nella vostra vita. Tagliate tutto ciò che vi stringe troppo.

Scorpione: la relazione ha bisogno di nuove strutture. La vostra vita ha bisogno di essere ristrutturata su nuovi paramentri. Createvi una vita migliore.

Sagittario: ciò che vi tiene legati ad una qualsiasi forma rigida, deve essere superata. È tempo di ripartire per un nuovo viaggio, con nuove regole.

Capricorno: la vostra nuova forma deve ripartire dall’amore e dalla passione. Cercare e trovare ciò che vi appassiona di più. Scaldare il cuore, è questo che vuole donarvi marte.

Acquario: tagliare ogni legame emotivo che vi costringe in schiavitù e vi toglie libertà e spazio. Trovare una nuova forma d’espressione che sia la manifestazione di ciò che siete realmente.

Pesci: una nuova forma espressiva è necessaria: dite ciò che avete necessità di esprimere, senza paura. Fate in modo che le vostre parole siano lo scalpello che creano la vostra vita.

 

Akash