IL NOVILUNIO IN LEONE E I 28 GIORNI DI FUOCO

In questi giorni con l’avvento della luna nuova in leone, si da il via ai 28 giorni di “fuoco”. Il sole, la luna, marte, mercurio ed il nodo lunare tutti nel segno del leone, attivano l’elemento fuoco che questo segno rappresenta. In astrosofia ci sono tre livelli di “fuoco”: il primo, quello dell’ariete, è associabile alla scintilla che lo accende, all’impulso iniziale, al desiderio di ardere. Il secondo, quello del leone che qui interessa, è la fiamma nel suo massimo splendore, nella sua potenza di calore e di luce, che permette di vedere tutto ciò che ci circonda e, soprattutto, di poter illuminare (ed essere illuminati) con la nostra personale luce, chi ci sta vicino. Poi c’è la terza forma di fuoco, quella del sagittario: qua il fuoco si è spento e rimane la cenere della conoscenza, ciò che rimane delle esperienze dopo averle vissute, facendo consapevolezza dell’accaduto, trasformandoci ed elevandoci,  cambiando punto di vista.

Durante questi 28 giorni circa, il cui inizio avviene col novilunio in leone il 23 luglio prossimo per terminare il 21 agosto con il novilunio sempre in leone e con l’aggiunta dell’ecclissi di sole, il cielo sarà caratterizzato dal trigono di fuoco: urano in ariete, sole e marte in leone, saturno e Lilith in sagittario. Passeremo dalla scintilla prodotta dal fulmine urano che ci illumina e ci permette di avere l’intuizione giusta e ci consente di “strappare” la corda che ci lega a situazioni limitanti,  alla conoscenza che saturno in sagittario sviluppa e che ci permette di comprendere il senso di quello che  sta accadendo e ci aiuta a prendere le decisioni giuste e consapevoli. Il processo lo svilupperemo attraverso il fuoco del leone e la conseguente manifestazione del proprio Se,  attivato dall’energia del nostro personale segno zodiacale. La luce del sole attiva la ghiandola Pineale, dando inizio al  processo che  può definirsi di “Illuminazione”.

In questo ciclo di 28 giorni, l’energia del fuoco leonino sarà al centro del cambiamento che stiamo vivendo, con aspetti anche difficili perché una trasformazione richiede il lasciare alle spalle pezzi importanti della propria vita, ma che, tuttavia,  un passo alla volta, questo alleggerimento ci permette di liberare nuove forze, nuove energie da utilizzare in qualche cosa di costruttivo e creativo. Il cuore, non solo come organo fisico, anche come luogo energetico, sarà il punto di forza di questo cambiamento. Consapevoli o meno, durante il ciclo di fuoco saremo attratti dalla luce, avanzeremo sulla strada della consapevolezza, illuminati e riscaldati dalla luce del sole interiore che ci guiderà nel processo  di risveglio.  Noterete in queste settimane che la luce del sole ed il suo calore, e colore, saranno più forti, più intensi. Potremmo percepire una forza energetica maggiore che per qualcuno potrebbe anche essere eccessiva e, quindi, creare disturbi al sistema nervoso. Le frequenze aumentano, le nostre  vibrazioni di conseguenza dovranno essere allineate con quelle del sole altrimenti c’è il rischio di “impazzire”. Avete presente quando nei film di fantascienza c’è un suono altissimo che “spacca” i timpani dei personaggi? Una cosa simile potrebbe accadere nei giorni che andremo a vivere. L’unico modo per entrare in risonanza e quindi usare in modo costruttivo l’energia, è manifestare i propri talenti, vivere le proprie capacità e, soprattutto, liberarsi dai pesi emotivi che ci ancorano ad una vibrazione e frequenza troppo bassa. Gettare la zavorra in eccesso insomma. Ogni giorno noi utilizziamo il 90 % della nostra energia, per nascondere e reprimere il dolore che nasce dalla ferita principale che ci portiamo nel cuore. Invece di vivere quel dolore, lo blocchiamo: è umano e per alcuni aspetti, il “difenderci” da questo dolore è  stata ed è la nostra salvezza. Tuttavia, nel momento in cui diventiamo “adulti” e autonomi, questa resistenza è deleteria.  Ci impedisce di vivere pienamente la vita, con le sue gioie. Chiedetevi perché  la maggior parte del nostro tempo lo passiamo  a chiederci perché non siamo felici…. Non lo siamo proprio perché siamo “pesanti” di emozioni negative, di dolore che avvelena la nostra anima. Lasciamo che fuoriesca e che il sole interiore possa rimarginare la ferita.

Vediamo quali sono gli aspetti per i segni:

Ariete:

invece di combattere contro qualcosa o qualcuno, è tempo di accogliere. Ci vuole più coraggio ad accettare, che a combattere;

Toro:

vi viene richiesto un grande cambiamento interiore e di liberarvi da inutili pesi emotivi che vi portate dentro, e che vi bloccarvi fuori.

Gemelli:

imparerete a lottare per ciò che vi appassiona, per ciò in cui credete. Comprenderete che nel raggiungere l’obiettivo ci vuole “cuore”… così anche nelle relazioni;

Cancro:

è tempo di dare un nuovo valore alla vostra vita, consapevoli che avete le capacità di essere autonomi ed indipendenti… soprattutto dal dolore;

Leone:

comprenderete chi siete veramente e cosa volete dalla vita. Saranno 28 giorni che vi porteranno a vivere un nuovo inizio. Amori in vista.

Vergine:

avete l’opportunità di “vedere” le vostre paure e i vostri blocchi con la possibilità di  affrontarli e superarli, regalandovi così, dolci follie.

Bilancia:

avrete la capacità di distaccarvi da tutto ciò che vi crea dolore. E’ una presa di coscienza. Quando raggiungerete questo livello, troverete la pace e l’armonia interiore.

Scorpione:

il cielo vi dice che è tempo di vivere, di prendere in mano la vostra vita, diventare gli unici responsabili di ciò che volete.

Sagittario:

cambiare strada e vita ora è possibile. La fiducia che mettete nella vita vi ritornerà amplifica e, grazie a saturno, sarà una forza stabile.

Capricorno:

sarà per voi una fase di profonda metamorfosi, un grande cambiamento interiore che vi porterà ad eliminare tante cose ma, soprattutto, ad aprirvi emotivamente.

Acquario:

avete la possibilità di vivere esperienze nel settore delle relazioni che vi spingono ad innamorarvi. Difficilmente uscirete single da questo periodo.

Pesci:

la salute ed il lavoro sono aspetti della vita che vi permettono di radicarvi e stabilizzarvi. Maggiore responsabilità e maggiore consapevolezza di se, vi permettono di fare un balzo in avanti.

Akash

 

1 pensiero su “IL NOVILUNIO IN LEONE E I 28 GIORNI DI FUOCO

I commenti sono chiusi.