18 Dicembre 2020

Saturno, Giove e la Nuova Stella Cometa del Natale della Nuova Era

By francesco ballarini

Eccoci qua, di nuovo a raccontarci qualcosa sui transiti periodici, ma questa volta sono transiti incredibili. A dire il vero, tutto il 2020, dal punto di vista del cielo astrologico, è stato straordinario nel vero senso del termine: oltre l’ordinario a cui siamo abituati.

E’ iniziato tutto con la Grande Congiunzione tra Marte, Giove, Saturno e Plutone in capricorno tra febbraio e marzo, per poi proseguire tra movimenti retrogradi in una unione asfissiante, tra Giove, Saturno e Plutone sempre nel Capricorno. 

Ricordo che il Capricorno è il segno dell’autorità, del comando, dei protocolli, delle strutture rigide ma soprattutto, del Karma, della volontà divina che domina la materia. Quindi, tutto ciò che riguarda questo segno, si ripercuote a livello profondo, riattiva memorie ataviche che hanno necessità di manifestarsi per essere guarite o meglio, trasformate. Le situazioni emotive che abbiamo vissuto in questi mesi, equivalgono ad una profonda pulizia interiore, una pulizia karmica.

Ma il processo è iniziato ancora prima, nel 2018 quando Urano è entrato nel toro iniziando il processo di distruzione dell’attuale sistema economico e, di conseguenza sociale, che vedrà il suo picco proprio dal prossimo anno.

Ora arriviamo alla fine del 2020 non senza una particolarità: il 21 dicembre, giorno del solstizio d’inverno, Giove e Saturno si congiungeranno a 0 gradi dell’aquario. Non accadeva da ben 800 anni (in questi termini) accompagnati da altre congiunzioni particolari. Un allineamento particolare visto la concomitanza del solstizio.

Pare che sia la stessa Stella Cometa che si possa essere manifestata nel primo Natale…..

Si Natale… quindi mai un evento potrebbe avere  oggi, una simbologia tanto importante come questa: tutto ciò che è accaduto, tutte le difficoltà vissute, ora,  nel profondo dell’inverno, una luce di speranza che si accende pronta ad accendere tante altre luci. 

L’etimologia del termine Natale è da ricondursi all’aggettivo latino natalis, col significato di natalizio, nel senso di “qualcosa che riguarda la nascita”.

Simbolicamente il Natale rappresenta il giorno in cui il Sole, dopo tre giorni di buio profondo, posizionandosi nel suo punto più basso nell’orizzonte, il 25 inizia a risalire come un Re in ascesa che riconquista il suo potere e crea un nuovo regno, per culminare il 23 Luglio nel Solstizio d’estate.

Sta nascendo una nuova era, un nuovo mondo. Non importa come si sta attivando, l’importante è prendere l’occasione e accompagnare il cambiamento con una rivoluzione interiore. Dobbiamo riconquistare la nostra Libertà di Essere i Co-Creatori della Realtà, della Vita, altrimenti non potremmo sopravvivere con questa nuova energia, totalmente differente da quella dei Pesci.

E’ il nostro Nuovo Natale signore e signori, il Natale 3.0: così come 2000 anni fa circa ha dato i natali al Cristo rappresentante dell’era dei pesci, così stiamo vivendo un nuovo momento di Nascita, un nuovo “Cristo aquariano” si sta palesando. Gesù ci indicò già quale sarebbe stato il nostro futuro, l’era aquariana:

“7 Venne il giorno degli Azzimi, nel quale si doveva immolare la vittima di Pasqua. 8 Gesù mandò Pietro e Giovanni dicendo: «Andate a preparare per noi la Pasqua, perché possiamo mangiare». 9 Gli chiesero: «Dove vuoi che la prepariamo?». 10 Ed egli rispose: «Appena entrati in città, vi verrà incontro un uomo che porta una brocca d’acqua. Seguitelo nella casa dove entrerà” (Luca, 22-14)

Chi sarà il portatore della brocca d’acqua? “aquario” (e non acquario) significa proprio “il portatore d’acqua”. 

Qualche anno fa durante la conferenza di Urano in toro descrissi il passaggio del pianeta come “l’alieno sulla terra”, ed avanzai l’ipotesi che in questo settennio di transito, la possibilità di incontri ravvicinati con esseri di altre galassie. Chissà che il “nuovo messia” non venga proprio da un altro pianeta? “un Cristo Alieno” appunto aquariano.

Ci sarebbe tanto da raccontare sull’era aquariana, ma evito per non diventare troppo lungo….. sappiate che questa energia si fonda su un nuovo concetto di relazione, un nuovo modo di pensare e un nuovo modo di essere liberi. La ricerca della Verità è fondamentale per creare i presupposti per una vera Libertà. La prima delle quali, le nostre vere origini: chi è l’Uomo veramente, da dove viene, che qualità e capacità possiede? Ognuno di noi avrà modo di lavorare sulle proprie qualità individuali, ma dobbiamo essere disponibili ad accettare la responsabilità del nostro Potere. Saturno in aquario per ben tre anni di transito, ci chiederà appunto di assumerci la responsabilità della nostra vita e delle nostre capacità. Solo così potremmo divenire liberi, autonomi ed indipendenti, riconquistare la libertà personale.

Attendiamoci un 2021 scoppiettante ricco di eventi; positivi o negativi possiamo solamente giudicarli tra qualche anno. Se li leggiamo con gli occhi dell’evoluzione, nulla è negativo ma funzionale ad un processo di cambiamento. Di certo sarà impegnativo perchè ci attendono sfide importanti, sia come singoli che come collettivo.

Per il momento godiamoci questo Nuovo Natale perché è la rinascita di ognuno di noi, è il risveglio delle coscienze. Inizia la Rivoluzione Copernicana del nuovo millennio che ci accompagnerà alla prossima tappa evolutiva del 2024 quando Plutone farà definitivamente il suo ingresso nell’aquario dopo 250 anni, creando le condizioni per una nuova Rivoluzione, come fece appunto 250 anni fa quando preparò il terreno per la Guerra d’indipendenza americana e la Rivoluzione Francese.

con amore Akash

Buona Rinascita Interiore!