27 Aprile 2020

SATURNO IN ACQUARIO E LA RIVOLUZIONE INTERIORE

By francesco ballarini

E’ arrivato il momento di parlarvi di Saturno in Acquario.

Tutti quanti stiamo vivendo una trasformazione epocale. L’essere umano è chiamato ad affrontare un cambiamento, anzi una vera e propria trasmutazione alchemica per diventare l’Umano totalmente incarnato e quindi altamente spirituale e Risvegliato poiché diventato completo e unito. E’ un processo di Speciazione, che evidentemente non può verificarsi in pochi mesi, avverrà nel tempo. Tuttavia, ora siamo nel crocevia della scelta, che segna il punto di non ritorno e che permetterà all’essere umano di salvarsi dal processo di estinzione: ma solo se lo vorrà. L’Umano Responsabile che sceglie del proprio futuro quale conseguenza di una decisione nel presente.

Sarà fondamentale l’aspetto di quadratura tra Saturno in Acquario e Urano in Toro: questa configurazione dinamica ha la funzione di “liberare energia”. Saturno in acquario descrive un percorso di ricerca della libertà individuale attraverso la conquista della verità; mentre il transito di  Urano in toro esprime la necessità di liberazione dalla schiavitù e rottura delle “strutture opprimenti”.

I tempi saranno impegnativi e di ribellione individuale. Non mi riferisco però a guerre o violenze particolari: non sarà una rivoluzione espressa dalla massa, questa volta sarà una rivoluzione interiore, individuale e abbastanza pacifica. Una rivoluzione individuale che poi andrà a crearne una collettiva attraverso la risonanza, il simile che attrae il simile e che ci farà aggregare in sistemi e strutture alternative e in linea con l’evoluzione che il pianeta ci richiede. Non possiamo pensare di cambiare il mondo imponendo agli altri un altro modo di vivere seppur mosso dai più nobili dei valori, possiamo solo incarnare e iniziare a vivere la vita che vogliamo. Poi chi vorrà seguirci ci seguirà. Purtroppo, ci sarà una prima fase di grande spaccatura tra chi è diretto verso un mondo nuovo e chi è attaccato al sistema che ci sta portando alla distruzione. Ma è tempo di costruire un mondo migliore, non di imporlo. Sarà un processo, nemmeno tanto lento vedrete: Plutone non tarderà ad entrare nell’acquario (2024) e per i 20 anni di sua permanenza nel segno, cambierà il pianeta intero. I cambiamenti climatici ci costringeranno a trasformare le nostre vite, sarà inevitabile. La tecnologia, quella rispettosa della vita e della salute, ci cambierà radicalmente la vita. Potremo fare cose inimmaginabili ora: non ci sarà più il lavoro come lo concepiamo oggi. Ognuno percepirà un “reddito Universale” che gli permetterà di vivere e di dedicarsi alla propria vocazione. Ci sposteremo in altri modi, le case saranno totalmente differenti, insomma una vera rivoluzione planetaria. Il sistema socio-economico e politico che ora conosciamo sarà spazzato via, sostituito da strutture in sintonia con ciò che sarà l’era acquariana. Ci saranno anche rivelazioni sconvolgenti, come possibili contatti con forme di vita aliene che si manifesteranno al mondo.

Ma ritorniamo al contesto attuale: l’epidemia che abbiamo affrontato in questi mesi, ha permesso al mondo di fermarsi e di riflettere. In tanti hanno sviluppato una maggior consapevolezza ed ora si percepisce nettamente la mancanza di libertà. Essere diventati consapevoli che la vita vissuta non corrisponde più alla  frequenza attuale: un lavoro che  non piace più, relazioni che non nutrono, bisogni creati artificialmente e superficiali. Il virus ha risvegliato una coscienza superiore che in tanti hanno attivato e che oramai non si può più nascondere. Quando si è trasformati da questa magia divina, non si può più tornare indietro perché significherebbe “malattia”. La coscienza una volta trasformata rimane così com’è e può solo evolvere.

Saturno quindi, col suo passaggio nell’acquario, ci fa comprendere la mancanza di libertà e di spazio vitale: ma non di ora, di sempre. La funzione principale di saturno è quella di farci prendere consapevolezza attraverso la sensazione di mancanza. Non siamo mai stati realmente liberi. Se per libertà intendete la possibilità di scegliere dove andare in vacanza, uscire di casa o no, scegliere una macchina invece di un’altra, decidere che lavoro fare, cosa indossare per la serata oppure la libertà di poter esternare ogni singolo pensiero senza censura: beh siete fuori strada. La libertà non si manifesta solo nel poter scegliere di fare o non fare qualcosa, questa semmai è una conseguenza. La vera libertà è quella di poter ESSERE e libertà di manifestare il proprio Sé nello spazio. La vera libertà è poter diventare “individualizzati”, uniti interiormente, completi. Il resto è solo una conseguenza. Tuttavia, per raggiungere l’obiettivo, dobbiamo essere messi nelle condizioni sociali di poter Essere;  di certo una schiavitù indotta non aiuta. Il sistema crea bisogni artificiali, di ogni tipo, anche di salute, poi ti crea il prodotto che soddisfa quel bisogno, manipolandoti mentalmente fino a farti diventare uno zombie senza coscienza. Si chiama Magia Nera. Creare un’ipnosi collettiva per evitare il Risveglio. Così ci sarà qualcuno che deciderà per te, ti dirà cosa fare o non fare, cosa pensare: e creerà la PAURA che ti fa rimanere nella Dualità. 

Ma saturno in acquario, oltre a farci percepire la mancanza di libertà ci pone anche una bella domanda: “ma sei proprio sicuro di voler essere libero? Essere liberi significa essere pienamente responsabili di ogni situazione della tua vita: nessuno a cui dare la colpa, nessuno che decide per te. Usciresti da quella zona di confort nella quale i potenti ti hanno confinato? Per uscire da quella zona ci vuole coraggio. La forte crisi economica che ci attende, sarà lo strumento che ci costringerà ad uscire da questa zona.

Se la tua risposta è si, sappi che prima devi ricercare la Tua Verità! Perché non esiste una Verità Collettiva: esiste solo la tua verità, una verità personale, individuale che poi si unisce a tutte le verità degli altri. Però, per scoprire questa verità personale, c’è bisogno di uno shock, di qualcosa che ti risvegli dal torpore del sonno che stai facendo.

In un mio post precedente ho fatto riferimento alla Grande Congiunzione planetaria accaduta tra febbraio e marzo e ho indicato questo transito come funzionale ad un grande risveglio. Tuttavia, per avere un grande risveglio, c’è bisogno uno shock forte, una doccia gelata. Siamo stati addormentati per millenni e non possiamo risvegliarci solamente ad uno schiocco di dita o con un “buongiorno signorino, è tempo di alzarsi”. Il periodo che stiamo vivendo ha proprio questa funzione, lo shock! Lo dimostra ciò che è accaduto in poco più di due mesi, senza preavvisi o annunci divini. E allora un giorno di sole, quando la brezza fa cantare gli alberi e i gatti dormono in giardino, qualcuno di colpo si accorge di aver perso la libertà…. E la domanda che emerge dalla coscienza: ma da quanto tempo sono uno schiavo del sistema? Ma sono davvero libero di esprimere me stesso per le reali capacità che possiedo? ma se non fosse successo nulla di ciò che è accaduto? Nessuno avrebbe alzato un dito. Ora invece, siamo nella fase del primo risveglio, stiamo riprendendo possesso del nostro corpo, e poi più avanti, risveglieremo anche le nostre capacità di Co-creatori.  Sarà un processo che necessiterà delle sue fasi fisiologiche per completarsi e spetterà ai nostri discendenti il terminare un percorso che cambierà nettamente le sorti del pianeta e del genere Umano. Purtroppo, non tutti vivono questo risveglio: alcuni lo bloccano, tanti hanno amplificato la propria paura e si aggrappano a ciò che non vogliono perdere, accusando chi invece lo sta facendo, di essere un nemico del pianeta. Saturno in acquario sviluppa sia la necessità di libetà, sia amplifica il blocco della paura della libertà.

Tutto questo sarà una conseguenza di ciò che più sopra ho descritto come “il risveglio interiore”. Senza non andiamo da nessuna parte. E’ fondamentale ora attivare tutte le nostre risorse, ogni forma di crescita personale che ci elevi verso una verità fondata sulla visione nuova della dualità in cui siamo immersi. Viviamo in una realtà duale e questo non possiamo modificarlo certo; tuttavia possiamo modificare il punto dal quale osserviamo questa dualità e questo ci è permesso poiché dipende esclusivamente da noi stessi.

La fisica quantistica ci dice che l’energia si comporta come onda o come particella: il modo in cui la vediamo, dipende da come la osserviamo. Onda e particella sono esattamente la stessa cosa ma con aspetti differenti. Ma se noi osserviamo da un punto di consapevolezza superiore frutto della nostra completezza e verità, vedremo sempre l’onda o la particella, ma sapremo anche che sono entrambe la stessa cosa e possiamo scegliere tra l’una e l’altra realtà. Se invece rimango nel punto di osservazione “duale” quando vedrò la particella, mi dimenticherò che esiste anche l’onda, creando una realtà parziale e una verità a metà, incompleta; allora non avrò scelta se non quella che il sistema a cui faccio riferimento, mi indicherà. Ora invece ci viene chiesto proprio il contrario: osservare il fuori come la manifestazione di ciò che abbiamo dentro: se dentro siamo divisi, fuori vivremo nel caos e questo permetterà a chi detiene il potere, di esercitarlo ancora più forte. Se invece saremo completi, le nostre scelte saranno ordinate e nessuno potrà avere potere su di noi, perché vivremo secondo la nostra verità. Si chiama “processo d’integrazione dell’ombra” e da individuale, diventerà collettivo.

Nei prossimi tre anni circa, avremo di fronte a noi la necessità di scegliere tra una visione e l’altra: dal 6 maggio, i nodi lunari cambieranno segno dopo un anno e mezzo e, per altri 18 mesi circa, il nodo nord, punto che indica la strada da percorrere, la direzione di vita, sarà in gemelli, primo segno doppio dello zodiaco. La doppiezza di questo segno ci pone nella dualità e ci metterà continuamente in comunicazione con le due realtà: sarà il punto da cui parte la visione dell’osservatore che farà la differenza. E questo punto di osservazione dipenderà dal grado di consapevolezza raggiunto, dal livello di pre-risveglio vissuto oggi.  Ora è fondamentale ritrovare la coerenza con se stessi, il riconnettersi alla propria fonte di vita, la dove ogni cosa ha origine: riconnettersi con il proprio Cuore, punto di raccordo tra anima e corpo.

Se aggiungiamo a questo periodo la contestuale quadratura tra i nodi lunari e Nettuno in pesci, la liberazione di energia si manifesterà con il bisogno di trascendere se stessi, superare i confini egoici che la società  finora ci ha imposto per mantenerci separati  e dominarci con la paura. Non a caso, la frase che oggi viene ripetuta continuamente è “mantenere distanza sociale”. Guardate che non è una frase usata a caso: è stata valutata e scelta di proposito. La divisione indebolisce. Se sei debole sei controllabile. 

Concludo facendovi presente che il transito di saturno nel segno dell’acquario avrà due fasi: nella sua prima fase che equivale al suo primo anno e mezzo in acquario 2020-2021 (compreso anche il ritorno nel segno del capricorno da Luglio 2020 a fine dicembre 2020) saturno distrugge. Mi aspetto quindi una situazione politica molto accesa: la stessa Unione europea rischia tantissimo. Verità “scomode” ai controllori del sistema che emergono e che aumentano sempre più l’instabilità sociale. Insomma, mi attendo un po’ di caos. Ma come dice Nietzsche ““Bisogna avere un caos dentro di sé per partorire una stella danzante” … già perché il caos sarà principalmente dentro di noi, poiché tutto sarà messo in discussione. 

Poi ci sarà la seconda parte, quella conclusiva di un altro anno e mezzo che si concluderà nel 2023 (2021-2023) quando Saturno passerà ai pesci: allora vivremo la fase costruttiva di Saturno. Sulle rovine emotive individuali, metteremo le basi per l’Umano nuovo ed entrare così nell’era acquariana segnata dall’ingresso di Plutone nel 2024 in acquario.

Sarà un’estate bollente, ma ne riparlerò….

Vediamo che influsso potrebbe avere Saturno in acquario sui singoli segni e partiamo dall’archetipo che svilupperà:

ARIETE: IL SAGGIO

Fare comprensione, diventare imparziali ritirando le proiezioni e uscendo dall’illusione in cui si è vissuti finora. Superare la Reazione sostituendola con l’Azione.

TORO:  – IL SOVRANO – 

Autorealizzazione, assumersi la responsabilità della propria vita e realizzare il proprio Sé più profondo. Edificare un regno individuale armonioso, giusto e felice

GEMELLI: – IL MAGO – 

Scoprire il dono della Fede attraverso una trasmutazione alchemica, riconnettendosi con il mondo invisibile. Sintonizzarsi con il Cosmo.

CANCRO: – IL DISTRUTTORE –

Sviluppare il “non attaccamento”, quindi la capacità di lasciar andare attraverso una crescita interiore e una profonda metamorfosi. 

LEONE: – IL CREATORE – 

Ritornare a sviluppare la creatività e creare sé stessi ed una vita migliore. Riconoscere di essere i principali creatori della propria vita attraverso le proprie decisioni.

VERGINE: – IL CERCATORE – 

Usare la curiosità per ricercare il significato della vita, scoprire sé stessi e le proprie risorse per espandere la propria consapevolezza. La ricerca della felicità.

BILANCIA: – AMANTE – 

Ritrovare la passione che guida la propria azione, riscoprire la gioia di sentirsi “uno” con sé e con gli altri. Rinuncia al controllo e sviluppo della fede.

SCORPIONE: – ANGELO CUSTODE – 

Sviluppare la tenerezza, il rispetto di sé e degli altri; ascolto comprensione. Prendersi cura di sé stessi eliminando il senso di colpa.

SAGITTARIO: – IL GUERRIERO – 

Sviluppare la forza di volontà, l’autoaffermazione, capacità di tagliare e fare delle scelte importanti. Stabilire i propri confini e difenderli senza l’uso della violenza.

CAPRICORNO: – L’ORFANO – 

Sviluppare l’autonomia e l’indipendenza attraverso il lasciar andare definitivamente il dolore, la delusione ed il risentimento. Imparare a chiedere aiuto.

ACQUARIO: – INNOCENTE – 

Sviluppare la fiducia nella vita, coltivare la speranza. Imparare a fidarsi sentendosi comunque protetto e al sicuro. Imparare il discernimento come strumento di evoluzione.

PESCI: – IL FOLLE – 

Riscoprire la gioia di vivere, il senso di pienezza, godere dei piaceri che la vita ci dona. Vincere completamente la paura di vivere.

Akash