OPPOSIZIONE SOLE NETTUNO E LA LUNA PIENA. ANDARE OLTRE LA PAURA

Piove, fa freddo e l’estate si avvia alla sua conclusione. Le giornate sono più corte e quando ci si sveglia, la mattina è ancora notte; le vacanze per molti sono finite e si torna alla routine quotidiana. Ritengo settembre un mese un po’ malinconico rispetto gli altri perchè non si è più in estate e ancora l’autunno non è arrivato. Si vive in una terra di mezzo, in un luogo di “non tempo”, da dove, tuttavia, abbiamo la possibilità di osservare ciò che è stato e ciò che possiamo scegliere per il futuro. Siamo ad un bivio dove ogni cosa è ora possibile ma ancora non ci muoviamo. Ogni potenzialità è presente, ogni decisione possibile; facciamo progetti, ma sempre con un occhio rivolto verso ciò che abbiamo vissuto, attratti da ciò che è stato. Siamo trattenuti dalla nostra paura di lasciare ciò che finora ci ha dato certezze. Anche i dolori e la tristezza spesso sono una certezza e continuiamo a sceglierli perchè sono rassicuranti.

Questa mattina, osservando (finalmente) la pioggia cadere abbondante, in preda alla mia malinconia cosmica, mi sono scelto una carta tra “i tarocchi zen di Osho”. E’ uscita la “Partecipazione”, una carta che non avevo mai scelto finora e mi ha colpito tanto:

Non hai mai visto avvicinarsi la sera? la notte e il suo canto? il sorgere del sole e la sua bellezza? noi ci comportiamo come ciechi: in un mondo così bello viviamo nelle piccole pozze della nostra infelicità. Ti è diventata familiare e, anche se qualcuno vuole tirarti fuori, opponi resistenza. Non vuoi che ti si tiri fuori dalla miseria, dalla sofferenza. Altrimenti, esiste così tanta gioia tutt’intorno, devi solo esserne consapevole e diventare un partecipante, non essere uno spettatore

In questi giorni post eclissi, il sole in transito in vergine si trova in opposizione a nettuno in pesci. Il sole è la manifestazione della nostra luce, il proiettore, i raggi delle nostre capacità brillanti che “illuminano” tutti e tutto quello che incontriamo. Nettuno invece è il pianeta associato alla grande illusione, alla paura, al senso di vergogna. Tuttavia è anche il collegamento con il nostro più profondo inconscio, l”’Invisibile” che ci guida nella vita reale. Se nel nostro profondo predomina la paura, nettuno invierà al sole la paura. Se invece nel profondo è maggiore la credenza di essere meritevole, di abbondanza e di amore, nettuno trasmetterà questa informazione che il sole irradierà tutt’intorno. Tuttavia, complice la quadratura con saturno congiunto alla luna nera, ora l’opposizione mette in luce principalmente le nostre paure e ci chiede di osservarle, di viverle e di guarirle. In che modo? come dice Osho, attraverso la “partecipazione” alla vita. Nei miei studi ho preso coscienza che le ferite principali che ci condizionano sono quella dell’abbandono e quella del rifiuto. Due ferite che ci allontanano dalla convinzione che invece noi siamo meritevoli di ottenere amore, benessere e abbondanza.

Le paure inconsce che nettuno in pesci (retrogrado) sta tirando fuori, grazie all’opposizione con il sole si esprimono con l’energia del segno della vergine ovvero nel quotidiano, nelle cose che facciamo tutti i giorni e con la possibilità di potercene accorgere e quindi “guarire”. La vergine è un segno con una grande capacità di osservazione anche dei dettagli più piccoli, è il segno del mettere in ordine e discernere ciò che ci fa male e ciò che ci serve per stare bene. Ha una attitudine all’auto guarigione perchè è in grado di mutare gli atteggiamenti e gli stati mentali, senza rimpiangere ciò che decide di “buttare”. E’ un segno di terra di qualità trasformativa, pertanto cambia forma continuamente alla ricerca della condizione migliore possibile. Se diamo possibilità alla paura di uscire fuori, abbiamo l’opportunità, ora più che mai, di superarla. Con la prossima luna piena in pesci, tutto questo si accentuerà. Non ci può essere momento migliore per ricevere la guarigione.

Ricordo che saturno è nel suo transito finale in sagittario e ci stà chiedendo: “che realtà scegli?” che pillola scegli? la rossa o la blu?. La bussola celeste ci sta indicando la strada del cambiamento, ci spinge a prendere una nuova direzione di vita frutto di un cambio di prospettiva dove diventiamo i partecipanti attivi della creazione divina anzichè essere solo timorosi spettatori. E’ giunto il momento di svegliarsi dalla grande illusione in cui siamo vissuti per secoli; e’ tempo di riprendersi il Potere Personale!

È la tua ultima occasione, se rinunci non ne avrai altre. Pillola azzurra, fine della storia: domani ti sveglierai in camera tua, e crederai a quello che vorrai. Pillola rossa, resti nel paese delle meraviglie, e vedrai quant’è profonda la tana del bianconiglio. Ti sto offrendo solo la verità, ricordalo. Niente di più.” (dal film Matrix)

 

Alcune considerazione sui segni:

Ariete: Lasciate che accada. Mollate il controllo e ogni conflitto scomparirà.

Toro: la paura si supera con un atto di coraggio.

Gemelli: mettete amore in ciò che fate.

Cancro: superate la paura di andare oltre i vostri confini.

Leone: non vi serve più l’approvazione degli altri.

Vergine: in una relazione la responsabilità è sempre 50-50.

Bilancia: se volete trovare l’armonia uscite dal giudizio di giusto e sbagliato.

Scorpione: credete che sia possibile.

Sagittario: togliete gli ormeggi perchè siete pronti a navigare.

Capricorno: “sai cosa si fa quando non se ne può più? si cambia” (Al Moravia – Gli Indifferenti).

Acquario: è tempo di lasciare il dolore che vi portate dentro.

Pesci: essere presenti è il più grande dono che possiate fare a chi vi sta intorno.